Valutazione Microclimatica

La valutazione microclimatica degli ambienti di lavoro è realizzata ai sensi del D. Lgs. 81/2008, con riferimento al livello di benessere o disagio termico provato dagli occupanti. Si rilevano i seguenti parametri microclimatici: temperatura, umidità, ventilazione e calore radiante. Si utilizzano gli indici di valutazione PMV (voto medio previsto) e PPD (percentuale prevista di insoddisfatti), originariamente proposti da P.O. FANGER ed oggetto della norma ISO 7730 (“Moderate thermal environments - Determination of the PMV and PPD indices and specification of the conditions for thermal comfort”). Vengono effettuati i rilevamenti strumentali dei parametri microclimatici nelle aree produttive, con elaborazione della relazione riguardante le condizioni riscontrate e l’indice di benessere termico (Temperatura bulbo secco, bulbo umido, globotermometro, Umidità relativa, Velocità dell’aria, Indice di Fanger).